Il grunge (non) è morto

Quindici anni fa avevo 15 anni. Ero in V ginnasio e cambiavo colore di capelli una volta ogni due mesi. Avevo tre paia di Dr. Martens, l’immancabile camicia di flanella a quadri rossi e neri e trasgredire per sentirsi figa voleva dire mettere un vestitino corto con i jeans. Ascoltavo i Nirvana ma avevo ancora la cassetta delle Space Girls nascosta (nemmeno troppo bene) da qualche parte. Dawson Leery doveva ancora arrivare, in compenso Dylan McKay era da un pezzo nei nostri cuori. Di Caprio c’era entrato l’anno prima. Il cellulare non ce l’avevo e conoscevo a memoria i numeri di casa delle mie amiche con le quali chiacchieravo, tutti i giorni, per ore al telefono. Leggevo tanto, fumavo di più. In matematica avevo 5 e stavo sulle palle al professore che, chevelodicoafare, mi avrebbe rimandato a settembre. Ero innamorata di due occhi azzurri e pensavo che a trent’anni avrei avuto un bel lavoro, un buonissimo stipendio e l’armadio pieno di borse.

Oggi ho trentanni. Lavoro in un giornale locale e il mio contratto farebbe ridere la io di quindici anni fa. Ho ripescato le Dr. Martens dallo sgabuzzino e quando mi voglio sentire giovane ascolto ancora i Nirvana. Altrimenti i Pearl Jam. Ho un Iphone e senza mi sentirei persa. Di Caprio lo apprezzo ma per la sua bravura e se dovessi scegliere di passare una notte con qualcuno tra Brad Pitt e Kate Moss, sceglierei la seconda. Le mie amiche invece di sentirle al telefono le passo a trovare o le invito a cena ma non disdegno le lunghe telefonate in cui si parla del niente. Sono innamorata di due occhi verdi e di due occhi, più piccoli, marroni che mi guardano adoranti. Penso che a quarant’anni avrò un lavoro ancora più bello, un buonissimo stipendio e l’armadio pieno di borse. La settimana scorsa ho comprato un giubbetto a quadri rossi e neri e ringrazio di non avere 15 anni ora perché dovrei confrontarmi con le mie coetanee in shorts e bikers.

camicia a quadri della flanella di 15 anni fa non ho, fortuna mia, reperti fotografici

 

Annunci

6 thoughts on “Il grunge (non) è morto

  1. O ma allora eravamo più o meno tutte uguale!??!! Però te hai più memoria …io non mi ricordo più i numeri di telefono e nemmeno allora;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...